Strategia aziendale: ok il leader è giusto!

strategia aziendale

Per una strategia aziendale efficace devi imparare ad utilizzare uno stile di leadership adeguato ad ogni situazione e devi acquisire quella che si chiama la mitezza del domatore.

Quella calma e quel distacco che ti permette di domare anche le bestie più feroci.

A tal proposito, voglio invitarti a fare un esercizio che serve a conoscere:

[unordered_list style=”tick”]

  • il tuo stile di leadership;
  • il livello di qualità della tua squadra.

[/unordered_list]

Prima, però, voglio dirti che per pianificare ed eseguire un’eccellente strategia aziendale non basta avere un uomo al timone.

E’ necessario un nostromo in grado di capire (con un certo anticipo e anche in mezzo alla tempesta) come sfruttare i venti a suo favore.

Avrà bisogno di dare ordini molto precisi e tempestivi al suo equipaggio per fargli eseguire le giuste manovre di direzione delle vele e della nave.

Ciò di cui ti sto parlando ha a che fare con lo stile di leadership che adotti nella tua impresa.

Per scoprire qual è il tuo stile di leadership nel portare avanti la tua strategia aziendale, innanzi tutto, compila la seguente tabella:

tabella stile leadership

Dopo aver inserito nella colonna di sinistra i nomi dei tuoi collaboratori prova ad attribuire a ciascuno di essi il tempo che dedichi a dare sostegno e a dare disposizioni.

A seconda delle opzioni che hai indicato, disponi i tuoi collaboratori nella seguente matrice:

matrice stile leadership

Il risultato dell’esercizio ti serve a verificare i tuoi comportamenti nel far eseguire la strategia aziendale ai tuoi collaboratori.

Di seguito, puoi leggere il dettaglio dello stile di leadership che usi con quel determinato collaboratore:

  1. direttivo. Stai dedicando troppo tempo a prescrivere il compito: “si fa così”;
  2. persuasivo. Stai dedicando molto tempo a vendere il compito: “se lo fai così…”.
  3. coinvolgente. Stai dedicando molto tempo a condividere il compito: “possiamo fare così”.
  4. delegante. Stai chiedendo il risultato: “procedi, domani dobbiamo consegnare…”.

Inutile dirti che per stare sereno e per non buttare all’aria la tua strategia aziendale devi avere almeno il 25% dei tuoi collaboratori nel quadrante dello stile DELEGANTE.

In un precedente articolo, infatti, ti ho parlato dell’importanza di saper delegare.

Gli atteggiamenti di un leader possono davvero favorire il successo della strategia aziendale.

Un buon leader deve essere capace di far combaciare perfettamente persona e ruolo.

Devi saper mettere la persona nel ruolo più giusto per lui, analizzando i requisiti di ciascuna mansione e le competenze utili a svolgere compiti specifici.

Non commettere, però, mai l’errore di mettere il compito al centro, bensì la persona incaricata a svolgerlo.

Molti manager e imprenditori, infatti, fanno di tutto per adattare una persona ad una certa posizione.

Ciò può essere controproducente tanto per la persona quanto per la strategia aziendale.

Un leader che si comporta in questo modo è più concentrato sui bisogni di breve termine dell’impresa che non su quelli a lungo termine della persona, che vuol dire anche il bene dell’impresa.

Come manager o imprenditore, puoi assumere due atteggiamenti: quello del critico e quello dell’allenatore.

Il critico, che è l’atteggiamento tipico di noi italiani durante le partite della nazionale, si limita a criticare gli errori commessi, senza dare suggerimenti.

L’allenatore spinge i suoi collaboratori ad un miglioramento continuo, spronandoli, incoraggiandoli, in un pieno clima di fiducia e verità.

Il critico è tutto orientato alla sola strategia aziendale per cui la persona diviene solo un mezzo per raggiungere un determinato obiettivo.

L’allenatore, invece, guarda alla persona nella sua interezza, prestando attenzione al potenziale che questa può esprimere.

Come per i coach delle squadre di calcio, sarà sempre attento ai progressi della persona verso il conseguimento del potenziale.

Se decidi di fare l’allenatore dei tuoi collaboratori, è probabile che ti troverai a dover esprimere giudizi severi e taglienti, ma non dimenticarti mai di caricarli sempre di speranza e di attesa.

Se vuoi ottenere il successo con la tua strategia aziendale, preoccupati degli obiettivi, ma ricordati di mettere al centro la persona.

Roberto Lorusso
Founder and Ceo Duc In Altum srl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*