Strategia aziendale? Non ne farai più a meno

L'arte della guerra 4

Come ricordato nell’articolo: strategia aziendale e approccio sistemico, se non possiedi una tua strategia , inevitabilmente sarai parte della strategia di qualcun altro.

In un contesto di incertezza e volatilità come quello attuale, ti starai chiedendo a cosa serve una strategia aziendale?

Se non siamo in  grado di dire cosa accadrà domani, ha senso progettarsi a lungo termine?

“Chi sa far muovere l’avversario lo costringe ad adattarsi alla propria disposizione e gli offre qualcosa che non può non prendere. Lo fa muovere con la speranza di un vantaggio e con le truppe lo attende al varco”.

Questo è il consiglio del giorno del nostro amico Sun Tzu, scrittore de l’arte delle guerra.

Tradotto in chiave moderna, significa che proprio perché il mondo è diventato una giungla, forse un piccolo sentiero farebbe comodo per districarsi tra liane e piante carnivore!

Se non ti sei mai posto il problema di elaborare una strategia aziendale, è molto probabile che qualcuno che non conosci e non sai dove si trova, presto ne escogiterà una sua in grado di metterti in seria difficoltà.

Proprio così. E’ la legge della selezione naturale. Chi si adatta sopravvive.

Adattarsi non è un processo facile ed è cosa ben diversa dall’adagiarsi.

Il primo processo richiede spirito di iniziativa e analisi del contesto di riferimento.

Per il secondo, ti basta continuare a fare le cose come le hai sempre fatte.

Molte aziende adottano la politica dell’adagiarsi:

[unordered_list style=”red-x”]

  • adagiarsi sui fatturati ottenuti
  • adagiarsi sui finanziamenti ricevuti
  • adagiarsi sulla notorietà acquisita
  • ecc.

[/unordered_list]

La tentazione, sempre presente nell’imprenditore (e nell’uomo in generale), è quella di dire “tutto sommato, le cosa vanno bene. Non mi posso lamentare”. E si va avanti così. A volte per anni. Senza mai pensare minimamente alla strategia aziendale.

Poi qualcosa inizia a non girare bene, ma in fondo le cose vanno ancora benino. Fino a quando, non facciamo la fine della rana bollita. Piano piano la temperatura nella pentola si alza e la rana non si adagia nel tepore, incapace di capire cosa sta avvenendo.

Strategia aziendale? Prepararsi al cambiamento

Anche chi ha saputo adottare una strategia aziendale vincente è bene che non si ripeta ma,  come dice Sun Tzu, “adotti un inesauribile varietà dispositiva”.

In concreto, possedere una strategia aziendale ti permette di:

[unordered_list style=”tick”]

  • capire chi sono i tuoi avversari (coloro che ti sono avversi e non i concorrenti) e prendere le giuste precauzioni;
  • guardare verso gli scenari futuri di mercato per comprendere quali sono le nuove opportunità da cogliere;
  • analizzare la tua organizzazione per migliorarne l’efficienza nelle prestazioni;
  • studiare i nuovi bisogni dei clienti e orientarsi per il loro soddisfacimento.

[/unordered_list]

Ad esempio, il recente fenomeno delle sigarette elettroniche ha messo in evidenza come il bisogno di molte persone non fosse quello della dipendenza compulsiva dalla nicotina ma quello del piacere di fumare.

La strategia aziendale adottata dalle imprese del settore è quella di eliminare la dipendenza e sostituirla con il piacere, andando in questo modo a creare non solo un nuovo prodotto ma addirittura una nuova tipologia di prodotto.

Le grandi multinazionali del tabacco hanno subito il contraccolpo di questa operazione. E’ paradossale come proprio chi ha una potenza commerciale immensa sia stato colto alla sprovvista.

Ciò dimostra che una strategia aziendale vincente non dipende dalla dimensione dell’impresa, ma dalla capacità di chi guida l’azienda di saper leggere le situazioni presenti e future e dirigere le azioni verso l’opportunità individuata.

Se non hai ancora implementato una tua strategia aziendale, inizia ponendoti  2 semplici domande:

[unordered_list style=”tick”]

  • dove sono ora?
  • dove voglio arrivare?

[/unordered_list]

Il gioco più bello consiste nell’unire questi due punti. Semplice vero?

La strategia aziendale è quel filo che, come in una collana di perle, collega tutte le azioni che ti portano al successo.

Roberto Lorusso
Founder and Ceo Duc In Altum srl

One thought on “Strategia aziendale? Non ne farai più a meno

  1. […] Queste imprese hanno imparato a collegare obiettivi di tipo finanziario a lungo termine con i piani operativi e tattici nel breve. Come? In questo articolo, ti spiegherò, senza un linguaggio accademico e attraverso un chiarissimo esempio, come puoi applicare in maniera efficace le quattro prospettive della balanced scorecard nella tua strategia aziendale. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*