La pianificazione strategica in fasi. Ricetta per un matrimonio perfetto.

La Pianificazione strategica

Pianificazione strategica in fasi? Matrimonio?

Immagina.

Immagina di voler tra due o al massimo tre anni coronare il tuo sogno d’amore con l’uomo della tua vita.

Si tratta senza dubbio di un progetto impegnativo, preludio di un progetto di vita insieme che lo è ancor di più, impegnativo.

Una cosa del genere non può essere lasciata al caso e richiede una pianificazione strategica precisa e dettagliata, cosi da non avere brutte sorprese nel giorno fatidico.

Ti sembrà inappropriato il matrimonio come campo di applicazione?

Seguimi e ti dimostrerò come non lo è affatto!

Ti mostrerò brevemente come, riponendo l’attenzione su una precisa definizione del tuo progetto a monte, raggiungerai “strategicamente”, ossia nel lungo periodo, il tuo obiettivo.

Di seguito le fasi della pianificazione strategica.

[unordered_list style=”tick”]

  • L’oggi e il domani

Definisci esattamente la tua meta, il tuo sogno chiamato tecnicamente Visione.

Ora esamina il tuo punto di partenza. La distanza tra l’uno e l’altro rappresenterà il tuo percorso.

In questa prima fase non potrai fare a meno di analizzare il contesto, il sistema di relazione, gli interessi chiamati in causa, cioè gli Stakeholders.

Esempio: lui, la suocera, il paese, il fioraio, gli abiti, la sala ricevimento, gli inviti. Sono tutti elementi di cui tener conto.

Metti il caso che la suocera voglia venire a vivere con voi? Metti caso lui voglia cambiare paese? Sono cose essenziali da sapere prima!

Potresti usare a tal proposito la Swot Analysis (come spiego in questo articolo), un metodo che ti permette subito di inquadrare i tuoi punti di forza e di debolezza: ne deriveranno altrettante opportunità e situazioni rischiose da tener a bada, nonché azioni che hanno la priorità su altre.

Una volta chiarito il quadro della situazione, attraverso un approccio di tipo sistemico, potrai definire e condividere con gli stakeholders la Missione.

  • Piani settoriali

Da queste prime analisi fatte ne discenderanno piani specifici per ogni settore.

Avrai dunque il piano che riguarda il settore economico (es. il budget a disposizione e le varie spese da sopportare), il piano organizzativo (es. una chiara definizione delle prime cose da fare in ordine di tempo), il piano di comunicazione (es. gli inviti da fare, e quindi inviare agli invitati), il piano del personale (es. i collaboratori di cui ti avvarrai), etc.

  • Gli obiettivi

Le fasi della pianificazione strategica continuano con la definizione degli obiettivi che discendono direttamente dai piani.

Distinguerai gli obiettivi di visione, obiettivi strategici e infine operativi.

Per ciascuno di essi si fissa anche le milestone (tappe in cui potrai verificare l’andamento del piano), gli indicatori (es. scelta dell’abito in una certa data) e il target (solitamente espresso da un numero o percentuale, per questo indicatore sarà in termini di si o no).

  • Il crono programma

Da una corretta individuazione di obiettivi, target ed indicatori, si arriverà alla stesura di un crono programma che altro non è che un dettagliato programma di lavoro in cui si indicherà anche chi fa cosa e quando.

Esempio: nel mese di marzo ti occuperai della prima scrematura e individuazione del tuo abito da sposa. Lui invece contemporaneamente si occuperà della scelta della location più giusta rispetto alle vostre aspettative.

  • Le riunioni di verifica

[/unordered_list]

Potresti fissare che ogni 2 mesi è prevista una riunione di verifica dell’itinere delle fasi della pianificazione strategica con tutte le persone che si stanno occupando dell’organizzazione del tuo matrimonio (tu, lui, il tuo amico, la suocera).

È un momento per fare il punto della situazione guardando ai risultati fin lì previsti ed ottenuti, per guardare alla qualità del lavoro.

Sulla base dei feedback ricevuti, il tuo piano strategico potrebbe subire degli aggiustamenti per meglio centrare il tuo obiettivo finale.

Il tuo matrimonio, con un’oculata pianificazione strategica è quasi pronto a questo punto.

Buona fortuna!

Roberto Lorusso
Founder and Ceo Duc In Altum srl

2 thoughts on “La pianificazione strategica in fasi. Ricetta per un matrimonio perfetto.

  1. […] guerra! Libri di storia raccontano le tecniche di Napoleone, un “must” per quanto riguarda la pianificazione strategica della penetrazione dei suoi plotoni nel territorio nemico e le tattiche di battaglia su qualsiasi […]

  2. […] scoperto la pianificazione strategica a misura d’uomo e ho iniziata ad […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*